Herbstfliegen Nichts in Frankreich kann der betagten Tatjana Iwanowna den geliebten russischen Winter ersetzen W hrend sie in Gedanken noch in der Heimat weilt st rzen sich die J ngeren der Emigrantenfamilie ateml

  • Title: Herbstfliegen
  • Author: Irène Némirovsky
  • ISBN: 9783813502794
  • Page: 316
  • Format: Hardcover
  • Nichts in Frankreich kann der betagten Tatjana Iwanowna den geliebten russischen Winter ersetzen W hrend sie in Gedanken noch in der Heimat weilt, st rzen sich die J ngeren der Emigrantenfamilie atemlos in das Pariser Leben Ir ne N mirovsky 1903 1942 , die in den 1920er Jahren zum Star der franz sischen Literaturszene avancierte, bezaubert mit einer atmosph risch dichNichts in Frankreich kann der betagten Tatjana Iwanowna den geliebten russischen Winter ersetzen W hrend sie in Gedanken noch in der Heimat weilt, st rzen sich die J ngeren der Emigrantenfamilie atemlos in das Pariser Leben Ir ne N mirovsky 1903 1942 , die in den 1920er Jahren zum Star der franz sischen Literaturszene avancierte, bezaubert mit einer atmosph risch dichten Herbstgeschichte.

    • [E-Book] ✓ Herbstfliegen | BY » Irène Némirovsky
      316 Irène Némirovsky
    • thumbnail Title: [E-Book] ✓ Herbstfliegen | BY » Irène Némirovsky
      Posted by:Irène Némirovsky
      Published :2020-01-04T11:09:25+00:00

    About "Irène Némirovsky"

    1. Irène Némirovsky

      Ir ne N mirovsky born February 11, 1903, Kiev, died August 17, 1942, Auschwitz, Poland was a Jewish novelist and biographer born in the Ukraine, who lived and worked in France.

    384 thoughts on “Herbstfliegen”

    1. LA RIVOLUZIONE NON RUSSARussia zarista, famiglia nobile, i Karin, figli maschi mandati in guerra la Prima Mondiale , scoppia la Rivoluzione, arrivano i Rossi, un figlio viene ucciso giustiziato , il resto della famiglia scappa, prima a Odessa, poi a Marsiglia, per approdare definitivamente a Parigi.Il cambiamento epocale, e i Karin, che non sembrano godere particolarmente della simpatia di N mirovsky, conoscono la fame e la miseria Col tempo per , con grande fatica e sbandamento, riescono ad ada [...]


    2. Alla mia et si cambia solo nella bara Non sono mai stata brava nel recensire i romanzi brevi scorrono via come nulla e mi sembra che mi lascino sempre con l acquolina in bocca, facendomi desiderare ci che poteva esserci ma non c stato Allora diciamo semplicemente cos la mia prima esperienza con la Nemirovsky, ed stata senza dubbio un esperienza positiva La scrittura di questa autrice qualcosa di straordinario, potente e delicato.In quanto alla storia, semplice e lineare ma di un non indifferente [...]


    3. Un impalpabile malinconia permea le pagine di questo libro e rimane attaccata all anima del lettore.La balia Tat jana Ivanovna il simbolo dell animo della vecchia aristocratica Russia di cui lei socialmente non fa parte ma del cui mondo si sente parte per aver cresciuto due generazioni di giovani aristocratici che si trova a dover affrontare gli anni della Rivoluzione d ottobre, la fuga dalle ville e dagli agi, dalle ricchezze e dalle feste, per trovarsi a fare la fine delle mosche in autunno, a [...]


    4. C poco da dire in 99 pagine la vecchia tata ci far respirare emozioni fino a sentirne l odore di guerra, di terra, di sangue e di a Tanto.


    5. Dormivano davvero, le labbra ancora accostate, i volti appiccicati l uno all altro Un odore di alcol e fumo denso riempivano la stanza, e il pavimento era ingombro di bicchieri, bottiglie vuote, dischi, posaceneri stracolmi, cuscini che recavano ancora impressa la forma dei corpi Francia, anni 20 Storia di una famiglia, storia di una Russia lontana, storia di una vecchia nutrice con un perenne scialle in capo Quella della N mirovsky poesia in prosa, una narrazione che vede guerra, balli, jazz e [...]


    6. Al centro del romanzo c Tatjana, la vecchia governante minuta, discreta e dalle mani minute, dure come la corteccia , che segue da una vita con fedelt e lealt la famiglia Karin e assiste al passaggio dal periodo dello splendore, delle pellicce, dei brindisi e dei servitori al periodo dell esilio, della povert.Se la propria vita si svolta quasi interamente nello stesso luogo, con le stesse persone e le stesse abitudini, cercarne una diversa pu rivelarsi un impresa impossibile.Quando autunno le po [...]


    7. Come un fiocco di neve.Quando si ha il dono della scrittura si potrebbe scrivere di qualsiasi cosa, persino dell elenco telefonico, e ciononostante farlo in maniera del tutto originale e coinvolgente.Ir ne N mirovsky non ha bisogno per di inventarsi delle storie, perch scrive della sua famiglia, che le offre tutti gli spunti che saranno caratteristici della sua produzione artistica, e scrive, in senso pi ampio, della sua Famiglia quella ebraica, quella russa.La storia della sua vita, quella dei [...]


    8. reo que unas de las cosas que m s me gustan de esta autora es que tienen obras muy cortas pero maravillosas Ya me he declarado fan de la autora y he le do obras suyas, como El baile y El ardor de la sangre y las dos me han demostrado el talento que ten a Ir ne Y Nieve en oto o lo acaba de comprobar.Esta historia es muy corta pero muy intensa Lo que siempre me maravilla es la gran capacidad de la autora para contarnos el pasado y hacernos empatizar con los personajes en tan pocas p ginas Como rez [...]


    9. Tra il popolo russo e la sua terra, scorre un antico e profondo legame La terra russa madre, madre che nutre e protegge, accoglie e perdona.Ed egli, il popolo, figlio riconoscente, abbandonato ai ritmi che ciclicamente la natura dona.Come accade nelle stagioni alterne della terra e del cielo russi, ora battuti da rigidi inverni, ora inondati di luce primaverile, avvolti per mesi da nebbie fitte o improvvisamente squarciati da macchie di sole, anche l anima russa non conosce misura, cade negli ec [...]


    10. Un libretto esile ma di atmosfera La rivoluzione russa vista con gli occhi dell anziana governante di una famiglia aristocratica.La Nemirovsky stata una scoperta sorprendente, mi riprometto di leggere altro Fin dal mattino venivano chiuse imposte e finestre, e in quelle quattro stanzette buie i Karin vivacchiavano fino a sera senza uscire, sconcertati dai rumori di Parigi, respirando con fastidio il tanfo degli scarichi e delle cucine che saliva dal cortile Camminavano avanti e indietro da una p [...]


    11. Come sempre la Nemirovsky ti sferra un pugno nello stomaco, ma tanto bello lo stesso.A parte il masochismo, questa triste storia di ricchi possidenti russi che sono costretti a sfollare a Parigi durante la prima guerra mondiale una descrizione bellissima sia di sentimenti che di luoghi, certo poi uno deve prendersi un antidepressivo, ma insomma pu capitare La balia che li segue dall infanzia del capo famiglia, dal cui punto di vista seguiamo la storia, l unica che ama ricordare i tempi passati m [...]


    12. La Rivoluzione ha colpito l aristocratica famiglia dei Karin, che fuggita a Odessa, e ricongiuntasi a Parigi, con molta fatica comincia una nuova vita fatta di lavoro e sacrificio In tutto questo la figura della balia Tanja Ivanovna, fedele serva della famiglia, perde il suo senso e, complice la veneranda et , si perde in un tunnel senza uscita fatto di ricordi che tuttavia non gli appartengono.Un breve romanzo dove l alone della morte tangibile nelle vite dei protagonisti delle vicende E se per [...]


    13. Tatjana Ivanovna La nutrice Colei che cresce due generazioni durante cinquantacinque anni di fedele servizio lei la vera protagonista di questa storia L unica che non va avanti e indietro, da un muro all altro, in silenzio, come le mosche di autunno, quando passati il caldo, la luce e l estate, volano a fatica, stanche e irritate, sui vetri, trascinando le loro ali morte Io mi ci sono un po affezionata e cos , semplicemente, l ho accompagnata nel suo viaggio e nei suoi ricordi, dalla Russia a Pa [...]


    14. Un libretto che a leggerlo in giorni di pioggia la morte sua Anche la morte di qualcun altro, perch , insomma, la storia di Tat jana Ivanovna ci gira attorno fin dalle prime pagine, si porta dietro una certa polvere, che comincia neve e finisce cenere l inizio di una fine, che non la fine di tutto Come le mosche, del resto per quante ne ammazzi in estate, quelle tornano l estate dopo.


    15. Un ottima prova di Ir ne N mirovsky Neanche un centinaio di pagine, ma con accenni delicati e intensi atmosfere nevose di freddi nordici nostalgie per la propria terra vecchie solitudini e giovani adattamenti vita e morte Rimane solo una sensazione di incompiuto, di qualcosa rimasto in superficie una traccia non approfondita Una prova appunto Pur ottima.


    16. Fant stica como siempre la autora, es nica para transmitir emociones e ir detalles sencillos, pero significativos M s en entremislibrosyo.


    17. Beautifully written tale of a woman who watches her family flee Russia after the revolution for Paris When she has to flee herself, her life changes drastically and she longs for how her life was formally.



    18. Il romanzo si apre con una notte di festa, Natale del 1917, in cui accanto ai consueti festeggiamenti, aleggia un atmosfera pesante e preoccupata i giovani ragazzi della famiglia Kirin partono per la guerra e la loro storica balia, Tatiana, li saluta con dolcezza, ma in ansia.L anziana nutrice della nobile famiglia russa sembra essere l unica a percepire, sin da subito, il cambiamento che questa guerra porta nelle loro vite, in modo definitivo.Presto, in effetti, tutta la famiglia costretta a pa [...]


    19. Hermoso y triste retrato de una familia rusa, terratenientes ricos, soberbios y acomodados bajo el zar Nicol s II, y las calamidades que sufre con la Gran Guerra 1914 1918 , la guerra civil y la guerra contra toda su clase que es la revoluci n, y finalmente para los que sobreviven el exilio en Francia, un pa s de otra lengua y otras costumbres y leyes donde sus t tulos de nobleza y sus perdidas tierras e historias no pintan nada Todo esto visto por los ojos de la vieja sirvienta Tatiana Ivanovna [...]


    20. La anciana Tatiana Ivanovna ha dedicado toda su vida a servir a sus se ores, los Karin, a quienes ha visto nacer y crecer en la mansi n de Sujarevo, en las inmediaciones de Mosc Cuando la familia se ve obligada a huir por la Revoluci n de Octubre, la fiel criada termina por reunirse con ellos en Par s, donde, a pesar de que los Karin han perdido su posici n social y su fortuna, contin a a su servicio en el modesto apartamento en que residen Supervivientes de un mundo perdido, los Karin y su sirv [...]


    21. Bello, intenso, profondamente malinconico e d atmosfera L autrice scrive veramente bene, e le sue tematiche sono sempre sentite e coinvolgenti, ma questo volume veramente troppo breve Non riesco a farmi prendere da questi personaggi effimeri, che una pagina ci sono, e la pagina dopo non ci sono pi , ed finito pure il libro.


    22. The Bolshevik revolution, people killed, fugitives, hard life and inadequacy, haunting old memories, loyalty and the first snow that never came Some may say it s the typical Russian story about the revolution, but for me it was a bouquet of emotions wonderful condensed in just 99 pages


    23. Andavano avanti e indietro, da un muro all altro, in silenzio, come le mosche di autunno, quando passati il caldo, la luce e l estate, volano a fatica, stanche e irritate, sui vetri, trascinando le loro ali morte.


    24. Cinco estrellas, pero no quiero NI PENSAR en este libro Porque me rompe el coraz n.Ya, a veces es un poco exagerado, y tampoco es lo peor del mundo, y podr amos discutir muchas cosas, pero igual me rompe el coraz n.


    25. Incre ble Durante sus menos de 100 p ginas me mantuvo en velo de nostalgia Impresionante la capacidad de describir los sucesos y ahondar en el recuerdo infinito de una vida que se niega a dejar atr s.






    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *